La grande musica… Insieme a Bologna The great music… Together in Bologna

Bologna Estate

Intensa la partecipazione della Fondazione Musica Insieme al cartellone di Bologna Estate 2020 con due progetti speciali e altrettante collaborazioni con partner culturali della Città all’insegna della ripresa della vita sociale e artistica del territorio in piena sicurezza.

Mercoledì 15 luglio e venerdì 24 luglio 2020, appuntamento con il nuovo format di Festival diffuso all’aperto MUSICA CON VISTA, ideato da Musica Insieme in collaborazione con il Comitato AMUR, che riunisce otto importanti società concertistiche italiane: un progetto per ripartire in sicurezza, incominciando dai luoghi da riscoprire e dai giovani interpreti da scoprire. Le sedi saranno il Cortile del Teatro del Baraccano e il Cortile dell’Archiginnasio, con introduzioni ai concerti e racconti dei luoghi che li ospitano. Protagonisti saranno il Quartetto Indaco (15 luglio, Cortile del Baraccano), formatosi nel 2007 e ospite di sedi che vanno dal Palazzo del Quirinale al Festival dei due mondi di Spoleto, e il Quartetto Scimemi (24 luglio, Cortile dell’Archiginnasio), un’originale formazione che riunisce una famiglia di musicisti, dove tutti, dai bisnonni ai pronipoti, hanno da sempre studiato musica e praticato la musica da camera. Se Gabrielle Shek è straordinaria violinista, membro dell’Orchestra Mozart, il figlio Pietro Scimemi, violoncello, è vincitore assoluto della IV edizione del “Premio Alberghini”, che Musica Insieme sostiene sin dalle origini, con l’intento di promuovere i migliori talenti del territorio. Il programma dei concerti, che verranno “raccontati” dagli stessi artisti sul palco, s’incentra su alcune pietre miliari della storia della musica: i quartetti di Mozart, Mendelssohn e Beethoven, capolavori assoluti e amati dal pubblico di tutti i tempi.

Il secondo progetto speciale, ma soltanto in ordine di tempo, è quello che vedrà Musica Insieme presentare al pubblico una apprezzatissima versione dell’Histoire du Soldat di Igor’ Stravinskij al Cortile del Teatro del Baraccano, martedì 25 agosto 2020 alle 21.15, sul palco l’Orchestra del Baraccano diretta da Giambattista Giocoli, con le voci recitanti di Manuela De Meo e Pietro Traldi e un’originale interpolazione grafica ad opera di Michele Cerone, la drammaturgia di Gianluca Cheli. La celebre opera “povera” di Stravinskij, composta durante la Grande Guerra, attinge alla tradizione fiabesca russa per rappresentare la storia di un soldato, simbolo dell’umanità intera e dell’impossibilità di sfuggire al proprio destino. Un’opera che è anche un inno alla rinascita e alla vittoria della creatività dopo le devastazioni della prima guerra mondiale, e che Musica Insieme desidera presentare al pubblico proprio per il suo carattere emblematico, con l’auspicio che tutti noi torniamo a condividere la bellezza dell’arte e della musica… di nuovo insieme.

Sabato 11 luglio alle 21, per l’inaugurazione di STASERA PARLO IO in collaborazione con le Librerie COOP, Musica Insieme porterà nel Cortile dell’Archiginnasio una delle più celebri e brillanti attrici italiane, Laura Morante, diretta fra gli altri da Bertolucci, Amelio, Salvatores, Avati e premiata con il David di Donatello per La stanza del figlio di Nanni Moretti e con il Nastro d’argento per L’amore è eterno finché dura di Carlo Verdone. Ascolteremo Laura Morante nella doppia veste di autrice e lettrice: interpreterà infatti alcuni racconti tratti dal suo libro Brividi immorali (La Nave di Teseo, 2018), dove la parola si fa letteralmente musica nel ritmo vivace e incisivo delle storie narrate, che raccontano la quotidianità con sguardo ironico e scanzonato. Al fianco di Laura Morante, l’arpista Cristiana Passerini, solista ospite di compagini come l’Orchestra della Toscana, Toscanini e RTSI di Lugano, sotto la guida di Muti, Nagano, Mehta, Maazel. Cristiana Passerini interpreterà alcuni brani dalle Suites francesi di Johann Sebastian Bach (da lei incise nel 2020 in un apprezzatissimo cd per Bottega Discantica), che alternano momenti vivaci e danzanti ad oasi di pace meditativa, intrecciandosi in un dialogo ideale alla narrativa di Laura Morante, culminante nella vivacità della Giga finale bachiana e del racconto che dà il titolo al libro, con il quale si concluderà il reading.

Quattordici giovanissimi musicisti selezionati da Musica Insieme parteciperanno infine a SANMARTime, Cabaret e musica nel chiostro – L’Estate di San Martino che abbina alla stand up comedy italiana una nuova vetrina per i giovani talenti musicali del territorio. Dal 3 al 12 luglio, nel magnifico chiostro di San Martino, agli attori emergenti della comicità italiana si alterneranno sul palco il Quartetto di violoncelli CELLOPHONICS (Enrico Mignani, Tiziano Guerzoni, Jacopo Paglia, Alberto Cavazzini), l’arpa di MANUEL ZITO, il KAIRÒS GUITAR QUARTET (Carlos Rivero Campero, Ettore Marchi, Francesco Aquino, Serena Di Pede), il DUO SAPHIR (Veronica Rodella al flauto e Stefano Borghi al clarinetto), il TRIO MARIQUITA (Consuelo Castellari violino, Nicoletta Bassetti violino e viola, Giulia Costa violoncello). Per un format di assoluta novità, all’insegna della leggerezza e della buona musica.