La grande musica… Insieme a Bologna The great music… Together in Bologna

XXIII edizione di MIA 2020 - Musica Insieme in Ateneo

logo-mia-2020-piccolo.jpg

 

MIA - Musica Insieme in Ateneo
XXIII edizione

 

Con un pionieristico accordo, fra i primi mai stipulati in Italia fra una società privata e un’istituzione pubblica, nel 1997 Musica Insieme e l’Università di Bologna varavano MIA – Musica Insieme in Ateneo, allo scopo di avvicinare gli studenti all’arte dei suoni con l’aiuto di interpreti riconosciuti e introduzioni mirate, negli spazi della loro quotidianità, com’è oggi l’Auditorium del DAMSLab dell’Università di Bologna. Molti i maestri che si sono succeduti in questi anni, come Ton Koopman, Uri Caine, Maria Perrotta, il Quartetto di Cremona, Salvatore Accardo, Alessio Bidoli e Bruno Canino.

Oggi le edizioni di MIA – Musica Insieme in Ateneo giungono a ventitré, equiparando insomma l’età media degli studenti universitari, quegli stessi studenti la cui partecipazione è in certo modo triplice: sono invitati ad ascoltare i concerti, sono essi stessi interpreti nell’appuntamento con la compagine d’Ateneo, e infine sono chiamati a farsi relatori nelle introduzioni ai concerti, che coinvolgono appunto gli studenti della Laurea magistrale in Discipline della musica.

E mai come in questa nuova edizione, MIA – Musica Insieme in Ateneo si fa promotrice dei più brillanti talenti delle ultime generazioni: tre concerti sono dedicati infatti a Rising Stars come Giovanni Andrea ZanonLeonora ArmelliniGiulia Loperfido (interpreti italiani tutti Under 25), e ancora Emanuil Ivanov e Anton Spronk, trionfatori questi ultimi ai Concorsi “Busoni” e “Mazzacurati” 2019, e che si esibiranno per la prima volta a Bologna. Nuovi sono quindi anche gli interpreti coinvolti, che vanno ad arricchire la schiera dei maestri succedutisi in questi anni sul palco di MIA, mentre costituisce ormai una piacevole tradizione il concerto della compagine del Collegium Musicum Almae Matris dell’Università di Bologna. Nuove sono anche le collaborazioni, come quella con il Teatro del Baraccano, con cui condividiamo l’impegno per l’educazione musicale (il concerto dell’11 marzo sarà preceduto da una matinée per le scuole), e che da Bologna “circuiterà” anche a Roma, Praga e Brno. Sul versante della formazione, del resto, la consolidata collaborazione con il Dipartimento di Musica e Spettacolo ci porta non solo a presentare un concerto insieme al Centro La Soffitta, ma anche a coinvolgere come relatori nelle introduzioni alle serate gli stessi studenti della Laurea magistrale in Discipline della Musica.

Studenti e personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università di Bologna avranno diritto ad un biglietto gratuito dietro presentazione del proprio badge.

Per tutti i cittadini il biglietto avrà un prezzo di  7, ad eccezione del concerto del 25 marzo, in collaborazione con il Centro La Soffitta del Dipartimento delle Arti, che sarà ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

I biglietti saranno disponibili la sera del concerto a partire dalle 19.30 nel foyer dell’Auditorium di DAMSLabNon è prevista prenotazione.

Categoria: