La grande musica… Insieme a Bologna The great music… Together in Bologna

Renaud Capuçon

Nato a Chambéry nel 1976, Renaud Capuçon ha iniziato a quattordici anni i suoi studi presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Musica di Parigi, vincendo numerosi premi. Si trasferisce poi a Berlino per studiare con Thomas Brandis e Isaac Stern ricevendo il premio dell'Accademia delle Arti di Berlino.

Nel 1998 è stato invitato da Claudio Abbado a diventare primo violino della Gustav Mahler Jugendorchester, che ha guidato per tre estati, lavorando con direttori quali Pierre Boulez, Seiji Ozawa, Daniel Barenboim, Franz Welser-Moest e Claudio Abbado. Da quel momento Renaud Capuçon si è affermato come solista al più alto livello. Ha suonato con la Filarmonica di Berlino sotto la guida di Bernard Haitink e David Robertson, con la Los Angeles Philharmonic con Gustavo Dudamel e Andris Nelsons, con l'Orchestre de Paris e Christoph Eschenbach e Paarvo Jarvi, con l'Orchestre Philharmonique de Radio France con Myung-Whun Chung, la Staatskapelle di Dresda con Daniel Harding, con la COE con Semyon Bychkov e Yannick Nezet-Séguin e con tutte le principali orchestre europee e nordamericane. Con la WDR di Colonia ha suonato la prima mondiale del Concerto per violino di Pascal Dusapin.

Di recente Renaud Capuçon è stato artist in residence con la Wiener Symphoniker e Philippe Jordan e si è esibito in tournée con la Symphonique de Lucerne (James Gaffin), la Rotterdam Philharmonic (Y. Nézet-Séguin), la DSO Berli (Robin Ticciati) e con l'Orchestra del Mariinsky (Valery Gergiev). Nella stagione 2017/2018 ha eseguito l'integrale dei concerti per violino di Mozart con la Camerata Salzburg e ha tenuto concerti a Berlino, Londra, Vienna, Los Angeles, Seoul, Parigi.

Molto intensa è anche la sua attività di musica da camera: tra gli altri, Renaud Capuçon collabora con Martha Argerich, Daniel Barenboim, Yefim Bronfman, Hélène Grimaud, Maria Joao Pires, Vadim Repin, Yuri Bashmet, Truls Mørk e Yo Yo Ma. Inoltre, suona regolarmente con il fratello, il violoncellista Gautier Capuçon, con il quale si è esibito al festival di Edimburgo, Londra (Mostly Mozart), Berlino, Lucerna, Verbier, Aix-en-Provence, Roque d'Anthéron, San Sebastian, Stresa, Tanglewood e molti altri.

La sua attività discografica (per ERATO) comprende i grandi classici della letteratura violinistica (ad esempio i concerti di Mendelssohn e Schumann con la Mahler Chamber Orchestra diretta da Daniel Harding, l'integrale della musica da camera di Brahms con Nicholas Angelich, il fratello Gautier e Gérard Caussé, l'integrale delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven con Frank Braley) così come alcune rarità o brani raramente eseguiti (quali L'Arbre des Songes di Dutilleux con la Philharmonique de Radio France diretta da Chung).
Di recente è stato pubblicato "Le Violon Roi", cofanetto di 3 CD con alcune delle sue migliori incisioni, sia con orchestra che in formazione cameristica.

Nel giugno 2011 è stato nominato "Chevalier dans l'Ordre National du Mérite" e nel 2016 "Chevalier de la Légion d'honneur" dal governo francese. Ha fondato il Festival di Pasqua di Aix-en-Provence e il Festival Les Sommets Musicaux de Gstaad ed insegna presso la Haute Ecole de Musique de Lausanne.