La grande musica… Insieme a Bologna The great music… Together in Bologna

Denis Kozhukhin

La smagliante performance [di Kozhukhin]…ha probabilmente sollevato la Orchestra Hall di un paio di metri dalle sue fondamenta. Difficile immaginare che un altro pianista sia in grado di affrontare questo temibilissimo concerto con una fermezza superiore a quella di questo infuocato pianista russo…Persino in un’epoca in cui i virtuosi della tastiera paiono innumerevoli, Kozhukhin ha qualcosa di speciale”. Chicago Tribune

Vincitore del primo premio al Concorso Queen Elisabeth di Bruxelles del 2010, all’età di 23 anni, Denis Kozhukhin si è distinto come uno dei più grandi pianisti della sua generazione. Le performance di Kozhukhin sono state di volta in volta descritte dalla critica come “ammalianti”, “imperiose”, e “ipnotiche”. Dotato di una tecnica perfetta, Kozhukhin unisce sapientemente la forza e il fulgore del suo tocco con l’umorismo, la maturità e una sensibilità tutta personale. Fra i recenti impegni ricordiamo Staatskapelle Berlin / D. Barenboim, London Symphony Orchestra / S. Rattle, Royal Concertgebouw Orchestra / J.van Zweden, Chicago Symphony Orchestra / E. Krivine, Philharmonia Orchestra / Y. Temirkanov, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin / A. Poga, Philadelphia Orchestra / S.Denève, Mahler Chamber Orchestra / R. Payare, San Francisco Symphony / A. Orozco-Estrada, Frankfurt Radio Symphony Orchestra / A. Orozco-Estrada, Czech Philharmonic / J.Weilerstein, Royal Stockholm Philharmonic Orchestra / J. Weilerstein, Oslo Philharmonic Orchestra / V. Petrenko, Toronto Symphony Orchestra / K. Järvi e l’Orchestre de la Suisse Romande / K. Yamada. In recital si è esibito alle Master Pianists Series del Concertgebouw ad Amsterdam, Cologne Philharmonie, Wigmore Hall di Londra, Verbier Festival, London’s International Piano Series, Klavier-Festival Ruhr, Carnegie Hall, Gewandhaus di Lipsia, Munich Herkulessaal, De Doelen di Rotterdam, Auditorio Nacional de Madrid, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Théâtre du Châtelet e Boulez Saal. Il suo debutto in studio di registrazione per l’etichetta Pentatone, con l’interpretazione del concerto per pianoforte e orchestra di Grieg e il concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Chaikovsky con la Berlin Radio Symphony Orchestra e Vassily Sinaisky è stato accolto con entusiastiche recensioni, comprese quelle del Gramophone Editor’s Choice, e con il Disco del mese di Fono Forum e Stereophone. Il suo secondo album, con composizioni per piano solo di Brahms, è uscito nel gennaio del 2017. Nell’ultima stagione Kozhukhin ha debuttato con NHK Symphony / P. Järvi, NDR Radiophilharmonie / X. Zhang, Deutsche Oper Berlin Orchestra / M. Mariotti, Estonian National Symphony / D. Alexeev ed ha fatto il suo ritorno alla Philharmonia Orchestra con S-M. Rouvali e con P. Järvi, Chicago Symphony / J. van Zweden, Houston Symphony / A. Orozco-Estrada, Hamburg Symphony / D. Hindoyan, BBC Scottish Symphony / A. Vedernikov, Hungarian National Philharmonic / Z. Hamar; è stato in tournée con London Philharmonic Orchestra / V. Jurowski e Cadaqués Symphony / V. Ashkenazy, oltre ai numerosi recital fra cui Master Pianists Series del Concertgebouw, Dvorak Prague Festival, Auditorium du Louvre, Kumho Art Hall, Flagey Piano Series, Schloss Elmau, Wigmore Hall, Wiener Konzerthaus e Boulez Saal, per indicarne alcuni. Appassionato interprete della musica da camera, Kozhukhin è spesso ospite di festival internazionali come Verbier Festival, Rheingau Music Festival, Intonations Festival, Jerusalem International Chamber Music Festival, e ha collaborato con artisti quali Leonidas Kavakos, Michael Barenboim, Renaud e Gautier Capuçon, Janine Jansen, Vadim Repin, Julian Rachlin, Jerusalem Quartet, Pavel Haas Quartet, Radovan Vlatkovic, Jörg Widmann, Emmanuel Pahud e Alisa Weilerstein.
Nato a Nizhni Novgorod, in Russia nel 1986 da una famiglia di musicisti, Denis Kozhukhin ha iniziato a studiare pianoforte con la madre all’età di cinque anni. Da ragazzo ha frequentato la Scuola di musica Balakirev dove ha studiato sotto la guida di Natalia Fish. Dal 2000 al 2007 Kozhukhin ha studiato presso la Scuola di musica Reina Sofía a Madrid con Dimitri Bashkirov e Claudio Martinez-Mehner. Kozhukhin ha completato i suoi studi presso l’Accademia pianistica del Lago di Como dove ha raccolto i consigli di Fou Ts’ong, Stanislav Yudenitch, Peter Frankl, Boris Berman, Charles Rosen e Andreas Staier, e di Kirill Gerstein a Stoccarda. In anni più recenti è stato allievo del maestro D. Barenboim.