La grande musica… Insieme a Bologna The great music… Together in Bologna

Carolin Widmann

Musicista straordinariamente versatile, Carolin Widmann ha sviluppato una carriera che abbraccia i grandi concerti classici, le nuove commissioni appositamente scritte per lei, i recital, un’ampia attività di musica da camera e, sempre più, le prestazioni con strumenti d’epoca in veste di solista/concertatore. Carolin Widmann è stata insignita del premio "Bayerischer Staatspreis" 2017 per la musica, per i suoi meriti artistici e personali. Nello stesso anno ha vinto l'"International Classical Music Award" (categoria concerto) per l’incisione
dei Concerti di Mendelssohn e Schumann con la Chamber Orchestra of Europe per la ECM. Nominata ‘artista dell’anno’ agli "International Classical Music Awards" nel 2013, Carolin Widmann suona regolarmente con orchestre di grande prestigio quali la Philharmonia Orchestra, la Seattle Symphony, la London Philharmonic, la Deutsche Sinfonie-Orchester di Berlino, la Gewandhausorchester di Lipsia, l’Orchestre National de France, la Tonhalle-Orchester di Zurigo, la Czech Philharmonic, la Vienna Radio Symphony, la Bayerische
Rundfunk e la Sydney Symphony, collaborando con importanti direttori d’orchestra quali Sir Simon Rattle, Riccardo Chailly, Sir Roger Norrington, Vladimir Jurowski, Marek Janowski, Christoph von Dohnányi e Pablo Heras-Casado. Viene regolarmente invitata presso prestigiosi festival quali il Berliner Festspiele, i Festival di Salisburgo e Lucerna, il Festival d’Automne di Parigi, il Ravinia Festival e il Mecklenburg-Vorpommern. Durante la stagione 2014/15, Carolin Widmann è stata Artist in Residence presso la Alte Oper di Francoforte dove, oltre a numerosi recital, ha anche suonato e diretto con il violino barocco la Akademie für Alte Musik Berlin. La stessa stagione ha visto la prima mondiale di un nuovo concerto per violino scritto per lei da Julian Anderson, eseguito al Southbank Centre con la London Philharmonic diretta da Vladimir Jurowski. In seguito al grande successo di critica della registrazione dei concerti di Mendelssohn/Schumann, la stagione 2016/17 ha visto Carolin Widmann debuttare con la Royal Philharmonic Orchestra, la Irish Chamber Orchestra, l’Orquestra Sinfonica do Estado de São Paulo, la Hallé Orchestra, la Stavangen Symphony, e la Nuremberg Philharmonic. Carolin Widmann ha anche eseguito il prima assoluta il nuovo concerto di Michael Zev Gordon con la BBC Symphony Orchestra diretta da Sakari Oramo. Fra i principali impegni della stagione 2017/18 i concerti con la BBC Symphony, Stockholm Philharmonic, Bayerische Rundfunk, NDR RadioPhilharmonie, Residentie Orkest e con la RTE National Symphony di Dublino. Ospite regolare della Wigmore Hall, Carolin Widmann si esibisce regolarmente in duo con Dènes Varjon e Alexander Lonquich, con cui registra per l’etichetta discografica ECM. Le pubblicazioni con opere di Schubert e Schumann hanno ricevuto importanti riconoscimenti di critica tra cui il "Diapason D’Or" e il "German Record Critics' Award". Nel 2006 il CD di debutto di Carolin Widmann, intitolato Reflections I, è stato nominato "Critics’ Choice" dalla German Record Critics’ Award Association. Nel 2013 è stata pubblicata la registrazione del Concerto "Violin and Orchestra" di Morton Feldman realizzata insieme all’Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte diretta da Emilio Pomarico. Carolin Widmann è nata a Monaco di Baviera e ha studiato con Igor Ozim a Colonia, Michèle Auclair a Boston e David Takeno alla Guildhall School of Music and Drama di Londra. Dal 2006 presiede la cattedra di violino alla University of Music and Theater "Felix Mendelssohn-Bartholdy" di Lipsia. Carolin Widmann suona un violino di G.B. Guadagnini del 1782.